laptop with piles of books on the sides
Novità Tendenze editoriali

Francoforte chiama, ora Newitalianbooks.it risponde anche in tedesco

Grazie alla nuova versione della piattaforma di lancio del libro italiano all’estero, oggi il dialogo con il mondo germanofono è ancora più facile.
Contenuto

    In vista della partecipazione dell’Italia in qualità di Ospite d’Onore 2024 alla Buchmesse, tutte le organizzazioni che si occupano di editoria sono in grande fermento. Esemplare è il caso di Newitalianbooks.it, il portale dedicato alla promozione della cultura, della lingua e dell’editoria italiana nel mondo che, per l’occasione, ha deciso di tradurre i contenuti del sito, già trilingue, in tedesco.  

    La nuova versione, realizzata anche grazie al contributo MAECI (Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale) è stata presentata a Roma durante una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il Commissario Straordinario Mauro Mazza, il Direttore Generale della Treccani Massimo Bray, la Responsabile della Direzione Generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale del MAECI Simona Battiloro, la Responsabile Eventi AIE Paola Seghi, il Direttore del Centro per il libro e la lettura Luciano Lanna, Maria Carolina Foi dell’Istituto Italiano di Cultura di Berlino e Paolo Grossi, Responsabile Editoriale Newitalianbooks.  

    Tanti i temi affrontati durante l’incontro, moderato dalla giornalista Marina Collaci: dall’importanza di poter contare su uno strumento di divulgazione e approfondimento dello stato dell’arte della cultura italiana all’estero alla grande opportunità offerta da Newitalianbooks di dialogare con la Germania in modo nuovo, più agile e diretto durante il viaggio con “Destinazione Francoforte”. 

    Comunione di intenti

    “Gli italiani stimano i tedeschi ma non li amano, i tedeschi amano gli italiani ma non li stimano” così, con un detto che nasconde la piccola verità di un vecchio pregiudizio, il Commissario Straordinario Mauro Mazza scherza sui rapporti Italia-Germania sottolineando quanto, di converso, tutte le iniziative con “Destinazione Francoforte” siano un’occasione per superare gli stereotipi. “L’intento comune di Treccani, del Salone di Torino e nostro, a Francoforte” ribadisce “è quello di conoscerci meglio, italiani e tedeschi, per riuscire finalmente a stimarci e insieme a volerci bene”.

    Newitalianbooks: uno scrigno prezioso

    In quest’ottica Newitalianbooks si rivela essere, sempre nelle parole del Commissario, “uno scrigno prezioso”, un contenitore ricchissimo di informazioni per chiunque voglia accostarsi al mondo dell’editoria italiana, per gli addetti ai lavori – traduttori, agenti letterari, scout, editori – ma anche per chi desidera semplicemente approfondire la conoscenza della nostra produzione letteraria e soddisfare quella “diffusa voglia di Italia” che sembra spirare Oltralpe.

    “Un centro di aggregazione” sostiene anche Maria Carolina Foi dell’Istituto Italiano di Cultura di Berlino “per tutti i lettori tedeschi estremamente interessati alla nostra cultura, un universo di persone che nutre una vera e propria passione per l’Italia.”

    “L’Italia deve avere un portale per dimostrare la forza dell’editoria italiana. Il sito è importante perché, attraverso i libri, possiamo mostrare il valore del nostro paese, far capire la vivacità dell’editoria italiana” sostiene Massimo Bray, Direttore Generale della Treccani e promotore di Newitalianbooks.

    Per un’Italia sempre più internazionale

    Anche Simona Battiloro del Ministero degli Esteri sottolinea la “volontà politica di investire nell'internazionalizzazione dell'editoria italiana”, a cui corrisponde l'interesse degli editori stranieri, e in particolare tedeschi, per la nostra editoria.

    Di conseguenza, dal 2020 sono aumentati i fondi stanziati dallo Stato italiano per promuovere l’editoria italiana all’estero e quest’anno sono stati destinati 300.000 euro alle iniziative in Germania. Inoltre, negli ultimi due anni, grazie ai fondi del Ministero, sono state tradotte in tedesco 140 opere.

    La lingua tedesca, inoltre, sarà protagonista al Salone del libro di Torino del prossimo maggio e la Germania, come ricorda Paola Seghi dell’AIE è il “quarto paese esportatore di diritti” per l'Italia, mentre “i piccoli editori rappresentano circa un quarto del totale dei contratti firmati”. Secondo gli ultimi dati riportati dall'Ufficio Studi dell'AIE, infatti, nel 2022 le vendite di diritti esteri per l'Italia sono state pari a 7.889 opere (nel 2000 erano stati venduti circa 1.800 titoli).

    Una tappa d’eccellenza in vista della Buchmesse

    Il Responsabile Editoriale di Newitalianbooks, Paolo Grossi, infine, evidenzia l’unicità della piattaforma, anche rispetto ad analoghe iniziative europee: NIB è un sito accessibile in quattro lingue (italiano, inglese, tedesco e francese), è un luogo dove gli editori italiani possono pubblicare gratuitamente le schede di presentazione dei loro libri, offre approfondimenti con interviste ai maggiori protagonisti della cultura, è una vetrina per i libri italiani all’estero con una particolare sezione dedicata ai progetti degli Istituti Italiani di Cultura nel mondo, è un punto d’incontro, anche fisico, grazie alla presenza dell’organizzazione a eventi, fiere e festival nazionali e internazionali, da Più libri più Liberi a Roma a Italissimo a Parigi, dal Salone del Libro di Torino alla Fiera di Francoforte, naturalmente.

    Non solo. Quest’anno Newitalianbooks ha inaugurato un’iniziativa speciale dedicata agli editori stranieri: una guida, in formato cartaceo e digitale, per muoversi agevolmente nelle procedure dei principali programmi di supporto alla traduzione di opere italiane nel mondo, programmi anche finanziati dal Ministero degli Affari Esteri e Ministero della Cultura.

    La nuova rubrica “Un libro che vorrei tradurre”, poi, offre l’opportunità ai traduttori di proporre e presentare un libro mai tradotto nelle loro lingue.

    Sempre in vista della Buchmesse, Newitalianbooks pubblica, inoltre, inchieste e interviste dal mondo dell’editoria germanofona, con nomi di rilievo del calibro di Ludwig Paulmichl (Folio Verlag), Susan Timor (Beck), Johan Ulrich (Avant-verlag), Alessandra Ballesi-Hansen (nonsolo Verlag) e Piero Salabé (Hanser Verlag).

    Il viaggio con “Destinazione Francoforte”, quindi, prosegue anche a bordo di Newitalianbooks, il mezzo digitale che trasporta il libro italiano nel mondo: Willkommen an alle Fans italienischer Literatur!

    Ultime novità

    speakers and moderator chatting on stage
    Conferenza

    “Destinazione Francoforte”. La cultura è il contrario della solitudine

    Alla “Vita immaginaria” è stato intitolato il 36° Salone del libro di Torino, un'altra importante tappa di Italia Ospite d’Onore 2024 nel viaggio con “Destinazione Francoforte”.
    Amedeo Modigliani, Elena Povolozky, 1917
    ©akg-images
    Esposizione

    Un trittico di mostre su Puccini, Modigliani e Liebermann punta l’attenzione sulla ricchezza della cultura italiana

    Tre importanti mostre promosse dall’Ambasciata d’Italia a Berlino confermano l’interesse per la musica, l’arte e la cultura italiana in Germania: una mostra multimediale su Puccini, una personale su Modigliani e un’esposizione dedicata all’Italia su Max Liebermann.
    young woman reading a book
    Tendenze editoriali

    Nuove uscite in traduzione (da dicembre 2023 a marzo 2024)

    Dai classici riscoperti ai graphic novel.
    Mattotti's illustration
    Motto

    La calla di Mattotti fiorisce a Bologna e proietta l’Italia a Francoforte 2024

    A Bologna un’anteprima di Francoforte. La Bologna Children’s Book Fair 2024 ci proietta entusiasticamente in direzione Buchmesse 2024, per la 76esima edizione che vedrà l’Italia come Ospite d’Onore.
    Kinder- und Jugendliteratur im Aufwind
    Tendenze editoriali

    L'editoria per bambini e ragazzi continua a crescere

    Il mercato nazionale si amplia sia a copie che a valore delle vendite. Un diritto di traduzione su tre venduto nel mondo riguarda questo settore.
    „Verwurzelt in der Zukunft“: Unser Motto visualisiert in einer poetischen Illustration
    Motto

    “Radici nel futuro”: il nostro motto rappresentato in una poetica illustrazione

    Passato e futuro si incontrano nell’opera di Lorenzo Mattotti: da una grande tradizione culturale sboccia un radioso domani.
    Hunderte italienischer Bücher liegen in den Regalen deutscher Buchläden
    Tendenze editoriali

    Da Dante ai contemporanei: la nostra grande letteratura parla tedesco e si traduce in successo senza confini

    Sono centinaia i libri italiani sugli scaffali delle librerie tedesche.
    Open book in a library
    Tendenze editoriali

    Destinazione Francoforte. Rileggere il domani.

    Leggere con gli occhi, leggere con le orecchie, annusare la carta o viaggiare leggeri, un intero bagaglio culturale nei pochi grammi di un e-reader? 
    Claudia Roth, Minister of State for Culture and Media of the Federal R
    Incontro

    Claudia Roth, Ministro di Stato per la Cultura e i Media della Repubblica Federale di Germania incontra a Roma il Ministro Italiano della Cultura Gennaro Sangiuliano.

    La partecipazione dell’Italia come Ospite d’Onore alla Frankfurter Buchmesse ha segnato l’agenda dell’incontro dei ministri della cultura di Italia e Germania.