Faszination, Wissenschaft, Schönheit: Italien präsentiert sich als Ehrengast der Frankfurter Buchmesse 2024
Novità Comunicato stampa

Stupore, scienza, bellezza, l’Italia si presenta come Ospite d’Onore per l’edizione 2024 della Fiera del Libro di Francoforte

Sarà un’Italia che metterà in campo un ampio spettro di voci e idee diverse e a volte agli antipodi, che si confronteranno in un proficuo dialogo articolato in numerosissimi dibattiti e incontri per presentare un orizzonte letterario e culturale che prende nutrimento dalle radici del glorioso passato della cultura italiana.
Contenuto

    Sarà un’Italia che metterà in campo un ampio spettro di voci e idee diverse e a volte agli antipodi, che si confronteranno in un proficuo dialogo articolato in numerosissimi dibattiti e incontri per presentare un orizzonte letterario e culturale che prende nutrimento dalle radici del glorioso passato della cultura italiana.

    “Radici nel Futuro”, orgogliosa del suo passato ma con lo sguardo sempre rivolto al futuro, l’Italia si presenterà così, dopo 36 anni, alla vetrina editoriale più prestigiosa a livello internazionale, la Fiera Internazionale del Libro di Francoforte che la vedrà presente in qualità di Ospite d’Onore della 76ª edizione nel 2024.

    Un racconto inserito nel quadro delle solide tradizioni culturali, letterarie e artistiche del nostro Paese, che, animato dalla tensione creativa tra passato e futuro, proprio grazie a questa è in grado di ampliare l’orizzonte culturale di riferimento, far fronte alle sfide che la società presenta, e definire le tendenze letterarie dei prossimi anni che tanto entusiasmano lettori in tutto il mondo.

    Un’occasione da non perdere per raccontare quanto è cambiato da 36 anni fa, quando l’Italia partecipò come Ospite d’Onore alla Fiera sempre prestando attenzione alle nuove istanze creative future.

    Ispirati dal motto “Radici nel futuro”, nel corso del prossimo anno circa 120 tra autori e operatori del settore animeranno dibattiti, spettacoli musicali e mostre d’arte in Germania.

    "Molti di noi conoscono l'Italia, ma forse solo alcuni aspetti del Paese. Con il programma Ospite d'Onore, tuttavia, la Fiera del Libro intende puntare i riflettori sulla cultura e soprattutto sulla letteratura attuale del Paese ospite - non solo durante i cinque giorni della Fiera, ma durante l'intero anno dell'Ospite d'Onore. Da quando nel 2018 è stato firmato il contratto per la partecipazione dell'Italia come Ospite d’Onore, sono già stati messi in atto diversi programmi di promozione della traduzione, che formano parte fondamentale del programma dell’Ospite d’Onore. Pertanto, sono molto impaziente di vedere nel prossimo anno numerose nuove traduzioni di autori italiani che saranno presentate al pubblico di lettori tedeschi e internazionali. Alla Fiera del Libro di quest'anno saranno già presenti numerosi scrittori italiani con eventi in quartiere fieristico e nella città di Francoforte", afferma Juergen Boos, direttore della Frankfurter Buchmesse.

    "Se dovessi descrivere con due aggettivi la cultura italiana che si presenterà a Francoforte nel 2024 sceglierei ‘consapevole’ e ‘sorridente’ perché riflettono bene una maturità ed una curiosità che sono le migliori premesse per andare incontro al futuro. Puntiamo ad offrire un’immagine non stereotipata della Nazione, capace di valorizzare una storia culturale senza eguali ma che al tempo stesso non limiti la propria ambizione nell'esaltare al massimo la creatività delle avanguardie. Ci piacerebbe mostrare a Francoforte una letteratura che veicoli la nostra ricchezza e la nostra vocazione alla libertà. Fare tutto questo con animo sereno è il modo migliore per confermare una componente importante della nostra identità” ha siglato Mauro Mazza, Commissario straordinario del Governo presentando la sua visione per questa importante vetrina internazionale.

    "Trattandosi di una kermesse di rilevanza globale, la Buchmesse 2024 rappresenta un’occasione di eccezionale importanza per il nostro Paese e per la sua cultura, intesa come incontro e confronto virtuoso fra storia, arte, musica, teatro, cinema, moda e paesaggio. Visto il carattere poliedrico dell’evento, il Ministero della Cultura, che qui mi onoro di rappresentare, è impegnato in tutte le sue articolazioni a contribuire al conseguimento del migliore risultato. In quest’ottica, il Ministero e, segnatamente, la Direzione generale Biblioteche e diritto d’autore attuano politiche di tutela, valorizzazione e sostegno per ciò che potremmo chiamare “costellazione del libro”, che ricomprende le biblioteche, la lettura e la cosiddetta “filiera del libro”. Sarà per noi quindi una preziosa occasione per ripercorrere il nostro variegato e complesso tessuto culturale, un momento di riflessione di noi come comunità che sappia restituirci – come in uno specchio – ciò che in positivo fa dell’Italia l’Italia” ha commentato Paola Passarelli, Direttore generale del Ministero della Cultura - Direzione generale Biblioteche e diritto d’autore.

    “L’Italia che sarà Ospite d’Onore il prossimo anno alla Buchmesse è un Paese dove operano oltre 5mila editori e che pubblica più di 80mila libri a stampa ogni anno. Il livello di pluralismo editoriale italiano è, mi permetto di dire, un unicum in Europa. Francoforte è la nostra occasione per far conoscere all’estero, ancor meglio di quanto sia conosciuto oggi, questo patrimonio eterogeneo di voci, di idee e di storie. Tutte quante” ha dichiarato Innocenzo Cipolletta, presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE).

    “Dal 2010 a oggi il numero di diritti di traduzione venduti all’estero dagli editori italiani è quasi raddoppiato e nel 2022 sfiora gli 8mila contratti. Esportiamo molti libri per bambini e ragazzi, circa un titolo ogni tre, ma anche molta saggistica, narrativa, fumetti, libri illustrati. La vetrina della Buchmesse ci aiuterà a crescere ancora: dopo la pandemia il nostro Paese ha visto aumentare il numero di giovani e giovanissimi che frequentano le librerie, grazie a titoli e nuove proposte che vogliamo portare sempre di più all’estero” ha precisato Renata Gorgani, vicepresidente di AIE.

    “La presenza come Ospite d’Onore offre la straordinaria opportunità di una promozione dell’Italia in Germania ad ampio raggio. Daremo avvio ad un anno di attività legate alla cultura, alla creatività e all’innovazione, durante il quale si darà spazio alle molteplici voci, idee ed esperienze italiane. Sarà un viaggio variegato e affascinante, percorso con i nostri amici tedeschi, attraverso importanti passaggi a partire da febbraio quando l’Italia sarà “Country in focus” di European Film Market, il segmento commerciale della Berlinale” ha concluso l’Ambasciatore d’Italia in Germania, Armando Varricchio.

    Il conto alla rovescia che porterà l’Italia a questa importante manifestazione inizierà domenica 22 ottobre, quando alle ore 16.00 nel Padiglione dell'Ospite d’Onore Slovenia (Forum, Livello 1, Srečko Kosovel Stage) la Slovenia, Ospite d’Onore dell’edizione 2023 della Fiera passerà il testimone all’Italia. Con il passaggio della pergamena tra gli Ospite d’Onore e una conversazione tra gli autori Dušan Jelinčič e Ilaria Tuti, la Slovenia saluterà la Fiera del Libro di Francoforte e consegnerà il testimone all’Italia. La violinista italiana Francesca Dego, che da anni calca con grande successo sui palcoscenici musicali di tutto il mondo fornirà la cornice musicale di questo evento.

    Ultime novità

    Open book in a library
    Novità

    Destinazione Francoforte. Rileggere il domani.

    Leggere con gli occhi, leggere con le orecchie, annusare la carta o viaggiare leggeri, un intero bagaglio culturale nei pochi grammi di un e-reader? 
    Claudia Roth, Minister of State for Culture and Media of the Federal Republic of Germany, meets Italian Minister of Culture Gennaro Sangiuliano in Rome
    Incontro

    Claudia Roth, Ministro di Stato per la Cultura e i Media della Repubblica Federale di Germania incontra a Roma il Ministro Italiano della Cultura Gennaro Sangiuliano.

    La partecipazione dell’Italia come Ospite d’Onore alla Frankfurter Buchmesse ha segnato l’agenda dell’incontro dei ministri della cultura di Italia e Germania.
    Juergen Boos, director of the Frankfurt Book Fair
    Interview

    Vorfreude – Aspettando con entusiasmo l'Italia come Ospite d'Onore alla Fiera del Libro di Francoforte 2024

    Radio Berlin Brandenburg rbb24 ha parlato con il direttore della Fiera del libro di Francoforte, Jürgen Boos, e con Lucia de Luca del comitato dell’Italia Ospite d’Onore 2024.
    Panel_Loretta Cavaricci; Mauro Mazza; Juergen Boos; Annamaria Malato; Giorgio Zanchini; Roberta Scorranese
    Roma
    Conferenza

    Le fiere del libro. Letteralmente, i grandi luoghi dell’incontro

    Chi ama e lavora con i libri concorda: in un mondo sempre più digitale, il valore insostituibile delle fiere si chiama ancora esperienza. 
    Italy and Germany: fully aligned in the development of cultural relations
    Comunicato stampa

    Italia e Germania: piena sintonia nello sviluppo delle relazioni culturali

    L’incontro tra Gennaro Sangiuliano, Ministro della Cultura e Hans-Dieter Lucas, Ambasciatore tedesco a Roma è stato un’occasione per sottolineare il forte sviluppo delle relazioni culturali tra Italia e Germania.
    Francesca Dego
    Musica

    Da Bach a Bacewicz, passando per Paganini – un viaggio musicale attraverso la storia del violino

    Francesca Dego è una delle violiniste più acclamate della scena internazionale. Cresciuta tra libri e musica, figlia dello scrittore e poeta Giuliano Dego e autrice lei stessa del libro “Tra le note. Classica: 24 chiavi di lettura” (Mondadori 2019), è il cast ideale per fornire la cornice musicale durante la ceremonia del passaggio dei testimoni.
    Ehrengast Slowenien überreicht die GastRolle an Italien, Ehrengast der Frankfurter Buchmesse 2024
    Comunicato stampa

    La Slovenia cede il ruolo di Ospite d’Onore alla Fiera del Libro di Francoforte all'Italia

    Durante la Fiera del libro di Francoforte (18-22 ottobre 2023), la Slovenia ha celebrato la sua letteratura e cultura come Ospite d'Onore per cinque giorni, sia nel quartiere fieristico che nella città di Francoforte.
    Stefano Boeri
    Interview

    Incontro e sorpresa, la piazza rappresenterà l’Italia alla Fiera del 2024

    Luogo identitario per eccellenza, il gruppo di lavoro dello studio Boeri si ispirerà alla “piazza” per testimoniare la presenza italiana a Francoforte nel 2024.
    Press conference - Renata Gorgani speaking
    Conferenza

    La Fiera del Libro di Francoforte - Destinazione Francoforte, comincia il viaggio dell’Italia verso il 2024

    Destinazione Francoforte. Il viaggio dell'Italia verso il 2024 è iniziato oggi con la conferenza stampa nella mattina del primo giorno ufficiale della Fiera del Libro di Francoforte 2023: evento durante cui l’Italia ha presentato il motto, il logo e il video della partecipazione come Ospite d’Onore alla 76esima edizione nel 2024.