Dacia Maraini

Dacia Maraini

Romanziera, poetessa, saggista, drammaturga, la sua opera è una sinfonia di generi e ispirazioni: utilizza la storiografia (La lunga vita di Marianna Ucria, 1990, Premio Campiello), attinge al vissuto personale (Bagheria, 1993), esplora il romanzo giallo (Voci, 1994), compone racconti (Buio, 1990, Premio Strega, Rizzoli come i precedenti) e pièce teatrali. Dal 1963, anno di pubblicazione di Zeit des Unbehagens con Rowohlt (L’età del malessere in Italia, Einaudi), moltissime sue opere sono state tradotte in tedesco. Editorialista del “Corriere della Sera”, indaga e descrive il presente con lucida chiarezza, occupandosi spesso di temi legati all’educazione e alla condizione femminile. Tra gli ultimi titoli, Caro Pier Paolo (Neri Pozza, 2022), In nome di Ipazia (Solferino, 2023) e Vita mia (Rizzoli, 2023) in cui rivive la sua prigionia in Giappone.